27

Ettari

28

Collaboratori

750

Prodotti
Chi siamo

Tamborini Vini


Abbiamo bisogno di storie autentiche. Anche oggi. Anche nella frenesia del mondo che abitiamo. La famiglia Tamborini ci racconta quella della sua famiglia. È una storia speciale, che ha compiuto 75 anni e coinvolto tre generazioni. È la storia del sole, della pioggia, del vento e dell’uva che matura a sud delle Alpi, in un territorio peculiare.

Continueremo ad aver bisogno di storie, emozioni da condividere e vino eccellente. Stappare una bottiglia Tamborini significa assaporare il presente, per ricordare il passato e inventare il futuro.

  • La storia

    1911-1965


     

    Corre l’anno 1911, quando, in via Pessina, nel cuore della città di Lugano, la signora Angiolina apre il famoso ristorante Tamborini, che rimarrà attivo fino alla metà degli anni ‘60. Angiolina è la madre di Carlo e la nonna di Claudio, ed è proprio lei a scrivere le prime pagine della storia Tamborini.

  • La storia

    1944


     

    Carlo Tamborini avvia un’azienda di importazione e vendita di vini italiani, a Cassarate. Tra i marchi di rilievo dell’assortimento spicca il Chianti Gino Bartali, che garantisce visibilità all'azienda Tamborini anche oltre Gottardo.

  • La storia

    1969


     

    Nel 1969 Carlo Tamborini scompare prematuramente. Sua moglie Bice e il figlio Claudio, diplomato alla scuola di enologia di Losanna, prendono le redini dell'azienda. Madre e figlio decidono di ampliare l’assortimento per orientarsi verso nuovi mercati d’importazione (Svizzera, Italia e Francia) e ambire a una produzione propria.

  • La storia

    1972


     

    La Tamborini acquisisce la ditta Casagrande SA a Lugano-Besso (importatrice di vini italiani, spagnoli e portoghesi) e garante di una vasta clientela. Vengono assunti nuovi dipendenti, tra cui Nando De Medio, che sarà l’amministratore-contabile della Tamborini Vini fino al suo pensionamento.

    1972-1976


     

    Si costruisce a Lamone una nuova cantina, più grande, che vanta moderni impianti di imbottigliamento. Nel 1976 la Tamborini si trasferisce nella periferia di Lugano, dove verrà ampliata per diventare un vero e proprio centro di vinificazione e conservazione per i nuovi vini ticinesi: PoggioSolivo, SanZeno e, qualche anno più tardi, Comano.

  • La storia

    1983


     

    A Comano (più precisamente Ai Burghi) prende forma il vigneto "pilota" della Tamborini, coltivato a Merlot. La prima vendemmia avviene nel 1985.

  • La storia

    1988


     

    A Vico-Morcote, sede del rinomato castello medievale, vengono effettuati i lavori di terrazzamento per impiantare un nuovo vigneto, dove, il 27 maggio del 1989, vengono messe a dimora 70'000 barbatelle di Merlot, Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon. Viene aperto un punto vendita al dettaglio nello stesso stabile che ospita le cantine di vinificazione e di affinamento. Lo spazio è aperto sia ai consumatori privati, sia ai ristoratori.

  • La storia

    1992


     

    Nel 1992 lo stabile della cantina viene sensibilmente ampliato: per realizzare il progetto si procede a uno scavo di ben 8000 m3.

    1994


     

    La Tamborini Vini festeggia i suoi 50 anni di attività: a commemorare l’evento, una mongolfiera si fa largo nei cieli ticinesi. Per l’occasione i collaboratori partecipano a una gita presso la cantina Sertoli Salis in Valtellina, dove gli ospiti sono accolti dal conte in persona.

    1999


     

    La Tamborini Vini acquista i vigneti situati a Lamone e ad Origlio: nasce così la Tenuta Tamborini - SanZeno.

  • La storia

    2002


     

    Nel 2002 si acquista la ditta Giovanni Lucchini SA, specializzata nel commercio di vino italiano e proprietaria della Tenuta Vallombrosa a Castelrotto - Ticino. Quello stesso anno, Mattia Bernardoni diventa membro ufficiale del team aziendale: la terza generazione della Tamborini Vini prende il via.

    2003


     

    S’inaugura la Tenuta Vallombrosa, attualmente denominata Tenuta Tamborini-Castelrotto. I 274 invitati mettono a dimora la loro barbatella di Merlot nel nuovo vigneto chiamato Silenzio, dove, in seguito, verranno piantate 10'500 nuove barbatelle, distribuite su una superficie di circa 1,2 ha.

  • La storia

    2006


     

    La cantina di vinificazione viene ulteriormente ampliata e corredata di impianti ancora più moderni che rappresentano ancora oggi il meglio della tecnologia. Al termine dei lavori, la cantina raggiunge una capacità di 10.000 hl e ospita addirittura tre diverse cantine per la maturazione del vino in barriques.

    2008


     

    Alla Tenuta Tamborini di Castelrotto si festeggiano i 100 anni dalla fondazione dell'azienda agricola. Si rende omaggio al fondatore Giovanni Rossi, ex consigliere di stato ticinese che ha portato il vitigno Merlot in Ticino all’inizio del '900.

  • La storia

    2012


     

    Nel mese di febbraio del 2012 entra in funzione un nuovo magazzino ad alta tecnologia: la Tamborini Vini disporrà da quel momento di 6.000 metri cubi di spazio per accogliere 1.500 palette (che corrispondono a ben 720.000 bottiglie) e rendere ancora più ottimale la gestione logistica dell’azienda. L’investimento complessivo di 2,5 milioni di franchi, prevede pure l’ampliamento della Vinoteca, gestita finalmente da un sommelier professionista, quale Marco Rasetti.

  • La storia

    2012


     

    A riconoscere gli sforzi profusi sia in vigna, sia in cantina, oltre alla stima della clientela, sopraggiungono diversi premi della stampa specializzata e di diversi concorsi, tra i quali il Mondial du Merlot e il Grand Prix du Vin Suisse, fra i più prestigiosi in Svizzera. Il vino SanZeno Costamagna (annate 2007 e 2009) regala all’azienda grandi soddisfazioni, ottenendo addirittura il prestigioso riconoscimento di Miglior Merlot Svizzero. L’apice di questo invidiabile palmarès si raggiunge il 23 ottobre 2012, quando Claudio Tamborini è insignito del più alto riconoscimento a livello Svizzero che un produttore possa ottenere, quello di Miglior Viticoltore dell’Anno.

  • La storia

    2013


     

    Nel mese di agosto del 2013 Valentina Tamborini, figlia di Claudio e cugina di Mattia Bernardoni, entra a far parte del team aziendale: si apre così un nuovo capitolo della terza generazione Tamborini.

  • La storia

    2014


     

    Per festeggiare i 70 anni di attività insieme a tutti i dipendenti, la Tamborini Vini organizza una gita nella Bündner Herrschaft. Il programma prevede la partecipazione alle Olimpiadi del viticoltore: si tratta di una giornata ricca di emozioni e divertimento, di cui nessuno potrà scordare la rocambolesca discesa in trotinette.

  • La storia

    2014


     

    La Tamborini Vini produce una magnum special edition Cuvéesettantanni, per celebrare l’importante traguardo dei 70 anni d’attività! La bottiglia è racchiusa in un’elegante confezione, particolarmente raffinata. Claudio Tamborini ritiene che la terza generazione sia pronta ad affrontare le sfide del futuro con ottimismo e nuova linfa: Valentina e Mattia prendono così le redini dell’azienda. Con loro c’è Enzo Lunghini, che dal 2011 è responsabile delle finanze. La storia continua, e si scriveranno nuove pagine, grazie anche al supporto di chi è stato protagonista, come Claudio… ovviamente. Vi è venuta voglia di brindare? …Salute!

  • La storia

    2015


     

    Prima annata, produttiva e memorabile, di vinificazione dei vini Tamborini ad opera del nuovo enologo Luca Biffi. L’enologo, ricco dell’esperienza conseguita presso i Marchesi Mazzei di Fonterutoli di Castellina in Chianti (www.mazzei.it), lavora alla Tamborini dal 2015.

  • La storia

    2016


     

    Ha inizio la costruzione del nuovo vigneto a Madonna del Piano Vallombrosa con vitigni nuovi e interspecifici, all’insegna della sostenibilità ambientale. Si tratta di un progetto seguito scrupolosamente da Pierluigi Alberio, il nostro lungimirante agronomo, che si è unito al team Tamborini nel 2013, dopo aver ottenuto la laurea presso l’Università Cattolica di Piacenza in enologia e viticoltura .

  • La storia

    31 ottobre 2017


     

    Valentina Tamborini presenta il suo nuovo prodotto: il vino “Credi”. Un elogio e un augurio speciale rivolto a chi crede in se stesso e si batte per realizzare i propri sogni. Una prima vinificazione a base del vitigno Cabernet Franc, prediletto da Valentina, ha dato vita al Valentinawinecollection (www.valentinawinecollection.swiss), un progetto incentrato sulle emozioni e dedicato ai collezionisti, che consiste nell’edizione limitata di 350 bottiglie numerate e avvolte da un dipinto di Valentina. Le cassette di legno in cui sono state riposte le bottiglie sono state realizzate a mano dagli utenti della Fondazione Otaf.

  • La storia

    2018


     

    Nasce il secondo prodotto del progetto: “Vivi”. Questa volta si tratta di un vino bianco a base di un nuovo vitigno, lo Johanniter, interspecifico più resistente, su cui Valentina aveva svolto la sua tesi di laurea nel 2012, presso l’Università di Slow Food di Pollenzo (www.unisg.it).

  • La storia

    2018


     

    Vengono premiati i vini dell’annata 2015: piovono medaglie! Per il COMANO 2015 si tratta di un’annata strepitosa: ottiene l’ORO al GpdS, l’ORO al Mondial du Merlot, 95 punti DECANTER World Wine Award, 93 punti Parker e, dulcis in fundo, due bicchieri sulla rinomata guida italiana GAMBERO ROSSO.

  • La storia

    2018


     

    L’azienda Tamborini investe in un impianto d’imbottigliamento estremamente performante, grazie al quale potrà vendere il servizio anche ad aziende esterne.

  • La storia

    2019


     

    Anno di grandi festeggiamenti per i 75 anni d’attività della Tamborini! Brindando alla storia dell’azienda, si rigenerano la grinta, la passione, la determinazione e il coraggio necessari per guardare avanti! Ogni volta che si raggiunge un traguardo importante, nasce spontaneamente nell’azienda Tamborini il desiderio irrefrenabile di scoprire ciò che riserva il futuro!

image

Vinoteca


La nostra Vinoteca, punto vendita dal look moderno ed accogliente, è gestita da Marco Rasetti, Sommelier professionista, che saprà guidarvi al meglio nella scelta tra gli oltre 500 vini e distillati. Clicca qui per scaricare il listino in formato PDF

Lunedi - Venerdì
09:00 - 12:00 / 14:00 - 18:00
Sabato
09:00 - 12:00 (dal 30.03 al 31.12)

Indirizzo
Tamborini Carlo SA, Via Serta 18, 6814 Lamone
T. +41 91 935 75 45, info@tamborinivini.ch

I nostri vini ticinesi

Tamborini Vini

Scopri i vini

I nostri vigneti

Attualmente l’azienda coltiva ca. 25 ettari di vigneto specializzato, distribuito nelle migliori zone a vocazione viticola del Canton Ticino. I vigneti di produzione si trovano a Comano (Vigneto ai Brughi), a Lamone (Tenuta Tamborini – Lamone), a Gudo (Tenuta Terre di Gudo), a Neggio (Tenuta San Domenico), a Porza (Tenuta San Rocco) e a Castelrotto (Tenuta Tamborini – Castelrotto). In tutti i vigneti viene praticata la produzione integrata.

  • Vigneto Tamborini Tenuta Terre di Gudo
    Mappa Gudo

    Tenuta Terre di Gudo

    L’azienda viticola Terre di Gudo è situata nel comune di Gudo, nei pressi di Bellinzona, in una zona particolarmente vocata alla viticoltura. Essa è composta da diverse parcelle per oltre 7 ha di superficie (proprietà Claudio Tamborini e Giuseppe Antognini) coltivate a Merlot e Carminoir. Vi si producono un vino bianco ed un rosso con il marchio “Terre di Gudo”.

  • Vigneto Tamborini Tenuta San Domenico
    Mappa San Domenico

    Tenuta San Domenico

    La Tenuta San Domenico si situa nel comune di Neggio, nel basso Malcantone. Tre ettari di vigneto distesi su un grande balcone rivolto a sud, sulle sponde del lago di Lugano a 350 m.s/m. Di proprietà di una fondazione religiosa, è gestita sin dal 1946 dalle suore domenicane che da molti anni sono dedite all’insegnamento, all’ospitalità, alla viticultura e alla produzione di un grande vino rosso Merlot. In questi luoghi pieni di storia trovano spazio il convento delle religiose e la chiesetta di San Domenico al quale è stato dedicato questo rosso di razza.

  • Vigneto Tamborini Tenuta San Rocco
    Mappa San Rocco

    Tenuta San Rocco

    Il vigneto della Tenuta San Rocco, nel Comune di Porza, si trova su una magnifica terrazza rivolta a Sud Est, sopra Lugano, da dove si possono ammirare dall’alto la città e il golfo. Una resa per ettaro bassa e caratteristiche pedoclimatiche particolarmente favorevoli.

  • Vigneto Tamborini Tenuta Castelrotto
    Mappa Castelrotto

    Tenuta Tamborini Castelrotto

    Alla Tenuta Tamborini Castelrotto si coltiva la vite da cent’anni. Infatti essa è considerata l’azienda storica per eccellenza e la culla del Merlot in Ticino. Fondata da Giovanni Rossi nel 1908 l’azienda conta 10 ha di superficie totale e più di 5 dedicati a vigneto. All’interno vi sono diversi immobili agricoli ed un agriturismo B&B con 7 camere, 1 mini appartamento ed un rustico situato in mezzo al vigneto, denominato “Il Silenzio”. Si producono a marchio Vallombrosa® diversi vini rossi, bianchi e rosati, spumanti, grappe, miele e mais per polenta.

  • Vigneto Tamborini Tenuta San Zeno
    Mappa San Zeno

    Tenuta San Zeno Lamone

    La Tenuta San Zeno si trova nel Comune di Lamone, 5 km a nord di Lugano. Si compone di 5 – 6 ha di vigneti intensivi coltivati a Merlot, Chardonnay e Sauvignon bianco, unitamente ad una struttura abitativa con cantine. Un’apposita parcella è dedicata alla produzione del Cru “Costamagna”, la cui resa al m2 è molto limitata e viene prodotto solo nelle migliori annate. Nella collina rivolta ad est sono piantati Chardonnay e Sauvignon Blanc per la produzione del bianco “Mosaico”.

  • Vigneto Tamborini Tenuta Comano
    Mappa Comano

    Comano Vigneto ai Brughi

    Il vigneto ai Brughi è un appezzamento collinare di ca. mq. 15’000 a terrazze, esposto a Sud ed a Sud-Ovest, situato nel Comune di Comano ai confini con il Comune di Cureglia a ca. 400 m. s/m. Per la vinificazione di queste uve è stato scelto il metodo “bordolese”, ossia un lungo intinamento e la stagionatura (12-18 mesi) in “barriques” che conferiscono al vino, dopo qualche anno di affinamento in bottiglia, un sapore ed un’armonia straordinari ed inconfondibili. La produzione si aggira mediamente a 500 gr per mq.